page loader

Idee per Verona

Mobilità

  • Pedonalizzazione del centro storico
  • Potenziamento del servizio di bike-sharing e car-sharing
  • Creazione di un portale dedicato al car-pooling assieme alle grandi aziende veronesi
  • Trasporto pubblico di massa coniugando sede ferroviaria e Tramvia di superficie
  • Mobilità più rosa
    • parcheggi rosa: spazi per il parcheggio riservati alle mamme
    • taxi rosa: iniziativa già sperimentata in molte città (Bolzano, Bologna, Cremona, Mestre)
      che dà diritto a uno sconto alle donne che utilizzano il taxi per tornare a casa in orario notturno

Centro Storico

  • Salvaguardia di esercizi commerciali storici: istituzione di un regolamento per tutelare e salvaguardare i punti commerciali che rappresentano la storia della nostra città.
  • Riforma regolamento plateatici, limitandone l’ulteriore espansione e limitando la concessione ad un anno, rinnovabile solo in mancanza di contenzioso con il Comune.
  • Favorire le ristrutturazioni in centro con precisi incentivi fiscali, con l’obiettivo del recupero del patrimonio immobiliare e riduzione del consumo di ulteriore suolo.
  • Esportare eventi e spettacoli fuori dal centro storico, valorizzando le ricchezze dei quartieri immediatamente adiacenti.

Modernità

  • Wifi ovunque: piena e libera accessibilità della rete wifi nel centro cittadino ed in altre zone della città (università, uffici pubblici e parchi cittadini).
  • Ebus: acquisto dei biglietti del pullman con il cellulare come avviene in molte città.
  • App antibuche: attivazione di una app per segnalare all’amministrazione comunale buche, guasti e malfunzionamenti.
  • Mezzi pubblici ecologici: investimento nella sostituzione dei mezzi comunali con veicoli ecosostenibili con sistemi a metano e ibridi.

Rigenerazione urbana

  • Rottamazione edilizia: un progetto che incentivi i proprietari di casa a demolire e ricostruire in modo più ecologico, con riduzioni fino all’80% degli oneri, per il recupero di un’enorme quantità di immobili disabitati a rischio degrado.
  • Dismissione degli appartamenti Agec e Ater non gestibili, a favore di associazioni e cooperative che sappiano renderli agibili e utilizzabili da soci o associati.
  • Nuovo quartiere Filippini, con trasformazione dell’Ex-Macello in cittadella delle professioni organizzate in mini co-working e servizi per il turismo di qualità.
  • Creare una Green infrastructure che abbassi di 4 gradi centigradi la temperatura in città d’estate (tetti verdi, piantumazioni lato strade e parcheggi, specchi d’acqua), con concessione volumetrica a chi opera in questo senso.
  • Revisione del Piano di Governo del Territorio grazie ad un lavoro partecipato e diffuso, frutto del contributo di tutti, ordini professionali, categorie e comuni cittadini. Ecco alcune priorità di intervento:
    • riqualificazione di aree dismesse e degradate
    • azzerare il consumo di suolo
    • valorizzazione dei centri storici
    • sistema perequativo giusto e non punitivo

Sicurezza urbana

  • Presenza di un vigile di quartiere a continuo contatto con i cittadini
  • Installazione di foto segnaletiche sugli incroci risultati mortali, per ridurre al minimo la pratica di passaggio con il rosso inoltrato
  • Aiuto alla costituzione di associazioni per il controllo di vicinato
  • Segnaletica orizzontale e verticale per la protezione di pedoni e ciclisti

Ambiente

  • Green Belt, sistema di boschi urbani attorno la città in connessione con i forti militari
  • Parco Scalo Ferroviario per Santa Lucia
  • Percorso pedonale per le Torricelle

Cultura e Turismo

  • Arena di Verona, rilancio dell’Opera lirica per cui Verona è conosciuta nel Mondo
  • Agenzia per il Turismo e creazione della Cittadella del Turista
  • Regolamento per lo sviluppo dell’Arte di strada per ravvivare centro e periferie
No comments
Leave Comment